Web Analytics I baci di dama, la ricetta tradizionale - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

23 luglio 2014

I baci di dama, la ricetta tradizionale

I biscotti tipici della tradizione piemontese sono una delizia per il palato di grandi e piccini. Scopriamo come prepararli

Baci_di_dama_casalinghi

I baci di dama sono biscotti tipici della tradizione piemontese apprezzati in tutta Italia. Pare che siano originari della città di Tortona, in Piemonte, dove nacquero più di un secolo fa. Da allora i baci di dama vengono fatti con gli stessi ingredienti e la stessa forma, nella quale risiede la ragione del loro nome che deriva, infatti, dalla composizione del dolce, formato dei due biscottini profumati e friabili che si fondono in un ripieno al cioccolato fondente.

Si narra che, in una lontana notte del 1852 in casa Savoia, Vittorio Emanuele II, desideroso di poter assaggiare, dopo una succulenta cena, nuove golosità, chiamò l’abile cuoco appartenente alla sua nobile cucina e lo mise alla prova, domandandogli di realizzare una fantasia che avrebbe senz’altro trovato consenso nei palati più raffinati.

Il cuoco concentrò così tutte le sue capacità, cercando subito degli ingredienti nelle dispense della cucina. Trovò nocciole, burro, mandorle, cioccolata e zucchero. Con questi ingredienti riuscì a realizzare i Principeschi Baci di Dama. La ricetta dei baci si può realizzare sia con le nocciole, sia con le mandorle; l’eventuale aggiunta di cacao all’impasto è una variante, poiché i baci di dama originali vengono realizzati senza.

Ingredienti:
Farina 150 gr.
Mandorle o nocciole pelate 150 gr.
Zucchero 110 gr.
Burro 150 gr.
Cioccolato 150 gr.
1 pizzico di sale

Procedimento:
Dopo aver tritato mandorle o nocciole assieme allo zucchero, aggiungere il burro ammorbidito e la farina, e lavorare il tutto fino a ottenere un panetto. Aggiungere a piacere essenze di vaniglia, arancia o limone. Far riposare il composto in frigo per almeno un’ora. Creare delle piccole palline da riporre di nuovo in frigo per circa 30 minuti. Dopodiché, infornare e lasciar cuocere in forno statico a 160 gradi per circa 20 minuti, o fino alla doratura del biscotto. Nel frattempo sciogliere il cioccolato. Lasciare intiepidire i biscotti, immergerne uno dalla parte piana nel cioccolato fuso e attaccare un altro biscotto. Lasciare indurire il cioccolato sistemando i baci su un vassoio.

Un biscottino perfetto per l’ora del tè, ma anche da abbinare al caffè, per una dolce pausa mattutina o pomeridiana.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *