Web Analytics "Il desiderio di essere come tutti" di Francesco Piccolo conquista il Premio Strega - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

04 luglio 2014

“Il desiderio di essere come tutti” di Francesco Piccolo conquista il Premio Strega

Un romanzo appassionante, provocatorio, a tratti divertente: Il desiderio di essere come tutti non è solo una riflessione sulle vicende politiche del nostro Paese, da Berlinguer a Berlusconi, ma è la storia di tutti noi e di quello che siamo diventati

piccolo-il-desiderio-di-essere-come-tutti

Il desiderio di essere come tutti di Francesco Piccolo, edito da Einaudi, che si è imposto fin dalla sua pubblicazione come caso letterario pronto a far parlare di sé, ha vinto il Premio Strega 2014. Si tratta di un’opera appassionante, dai larghi tratti autobiografici, ideale per chi vuole conoscere una visione personale, privata, oltre che intellettuale, dei cambiamenti che hanno attraversato le vicende politiche dell’Italia del secondo dopoguerra, dagli anni ’70 ad oggi.

La trama: politica e vita, Berlinguer e noi

“Il 22 giugno 1974, al settantottesimo minuto di una partita di calcio, sono diventato comunista”. Questa frase in quarta di copertina sintetizza bene la scintilla che anima la trama del romanzo di Francesco Piccolo. L’autore racconta un periodo importante della sua vita, che assume nel corso del racconto i particolari di una vera e propria storia d’amore per la politica e il proprio Paese. La scoperta del comunismo, il rapimento di Aldo Moro, il “compromesso storico” e il confronto continuo con la figura di Berlinguer, il desiderio di essere parte del popolo a Piazza San Giovanni il giorno dei suoi funerali: sono tanti i momenti che animano la parabola di Francesco Piccolo nello sforzo che corre parallelo a quello di un percorso politico travagliato, nel tentativo di trovare una strada per essere se stessi. Tra le riflessioni sulle vicende politiche, fino a quelle più recenti (il ventennio di Berlusconi, lo strappo di Bertinotti al Governo Prodi) spuntano però anche attimi di vita personale, tra un racconto di Carver e Sofia Loren.

Un romanzo su ciò che siamo diventati

Sarà difficile, per il lettore, non prendere posizione nei confronti del romanzo di Francesco Piccolo. Perché Il desiderio di essere come tutti parla di tutti noi, della nostra storia e delle vicende che hanno attraversato, in misura maggiore o minore, lo spazio privato dei nostri giorni, le nostre convinzioni. Piccolo disegna una riflessione che salda vita e politica, che propone una lettura preziosa anche per le generazioni future. Un romanzo da leggere, per capire cosa ci ha portato a essere quello che siamo.

Foto da Caserta Arte




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *