Web Analytics Rilassarsi respirando: la pace interiore passa dai polmoni - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

24 luglio 2014

Rilassarsi respirando: la pace interiore passa dai polmoni

La respirazione, profonda e fatta con il diaframma, è utile per combattere lo stress e tutte le tensioni che si accumulano quotidianamente

Respirazione

La maggior parte degli individui si limita a una respirazione superficiale e utilizza solo il 20% delle sue capacità polmonari. Questo tipo di respirazione è spesso il risultato di stress e tensioni: quando siamo stressati e tesi tendiamo, infatti, a respirare meno profondamente, impedendo al nostro corpo di essere completamente ossigenato. L’abitudine di respirare male è dannosa per la nostra salute perché porta uno squilibrio tra ossigeno e anidride carbonica all’interno del nostro organismo.

La respirazione è un fenomeno automatico, ma è anche modulabile in termini di frequenza e profondità. Modulare il respiro permette, a chi lo fa, di intervenire sul proprio sistema nervoso autonomo. Se vi sentite stressati e il cuore vi batte forte, dovete saper modulare la respirazione, così da rallentare il battito cardiaco o da evitare che aumenti ulteriormente. Respirare profondamente rilassa la mente e tutti i muscoli del corpo, diffondendo una sensazione di pace e di benessere.

La respirazione profonda o diaframmatica è utile per combattere lo stress e tutte le tensioni che si accumulano quotidianamente a livello muscolare e che si ripercuoto anche sul nostro benessere psicofisico, provocando insonnia, tachicardia, palpitazioni, mal di testa e dolori allo stomaco.

L’organismo ottiene, da una respirazione rilassata, l’energia necessaria per affrontare un’attività sportiva o una giornata lavorativa particolarmente tesa. Diviene più facile controllare le emozioni e liberarsi dai blocchi emozionali, migliorare l’umore e tenere a bada sentimenti negativi come ansia, rabbia, paura. Questo accade perché la respirazione diaframmatica rilascia endorfine, ovvero sostanze analgesiche naturali prodotte dal cervello che aiutano ad alleviare i dolori, riduce l’insonnia e rilassa i muscoli tesi che causano dolori al collo, alla schiena e allo stomaco.

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *