Web Analytics True Detective: la serie tv cult sta per affascinare l'Italia - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

11 luglio 2014

True Detective: la serie tv cult sta per affascinare l’Italia

La serie tv che ha riscritto il genere e affascinato il pubblico americano arriverà a settembre anche in Italia

True-Detective

È la serie tv che in questi ultimi mesi sta catturando il pubblico degli Stati Uniti, tanto da essere definita già un cult dagli appassionati. È True Detective, nata da un’idea dello scrittore Nic Pizzolatto e diretta da Cary Joji Fukunaga. Trasmessa negli States da HBO, a settembre arriverà, per la gioia dei fan, anche in Italia su Sky Atlantic.

Un noir in chiave moderna

True Detective riscrive completamente i canoni della serialità televisiva, con una trama che parte da un noir vecchio stile, arricchito di sfumature ed elementi moderni. Le vicende della storia ruotano attorno alle vite di due detective, Rust Cohle e Martin Hart – interpretati da Matthew McConaughey e Woody Harrelson – e delle loro indagini su un serial killer in Louisiana tra il 1995 e il 2012, raccontate attraverso archi temporali diversi.
Tra dialoghi di ottimo livello, punti di vista originali e momenti di pura comicità, True Detective affronta i temi più diversi: la vita, la morte, la famiglia, il tradimento, le donne, il bene, il male, la religione e il senso del tempo.

La storia è ambientata in Louisiana, già teatro di un’acclamata serie tv come True Blood attualmente uno degli Stati americani più utilizzati dalle produzioni americane, probabilmente perché fornisce le atmosfere ideali a raccontare un certo tipo di storie.
La canzone che accompagna i titoli di testa è Far From Any Road di The Handsome Family, gruppo composto da Brett e Rennie Sparks. Alcune novità anche sulla seconda stagione: True Detective è stato pensato come una serie antologica e le stagioni successive racconteranno storie e personaggi diversi. Potremmo quindi rivedere gli stessi attori, magari in ruoli diversi. L’unica cosa certa è che non ci sarà Matthew McConaughey, che potrebbe abbandonare anche il ruolo di produttore esecutivo, mentre si parla molto dell’entrata nella serie da parte di Brad Pitt.

Già definita la “Twin Peaks del Terzo Millennio”, True Detective ha dalla sua le interpretazioni magistrali e un’ottima sceneggiatura fanno che ne fanno una serie con tutte le carte in regola per appassionare anche il pubblico italiano.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *