Web Analytics La pasta fatta in casa, la ricetta e i segreti per non tradire la tradizione - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

16 luglio 2014

La pasta fatta in casa, la ricetta e i segreti per non tradire la tradizione

La pasta fatta in casa? Un'abitudine che si tramanda di generazione in generazione

Pasta fresca all'uovo

Per alcuni fortunati è una di famiglia: certa e puntuale, accompagna da sempre il pranzo della domenica e per sempre probabilmente lo farà, passando di mano in mano, da nonna a nipote, da una generazione all’altra. La pasta fatta in casa è una delle grandi tradizioni della cucina italiana, un vero must che non ha perso la sua storia e la sua strada: la si fa ancora a mano e la si mangia con la soddisfazione piena delle feste.

Ma se la pratica del consumo è viva, anzi vivissima, quella della sua preparazione vive sullo spartiacque della geografia e, soprattutto, dell’abitudine. Anche se non siete tra i fortunati che portano in dote questa come tradizione di famiglia, non rinunciate ma datele avvio, imparando a preparare la pasta con le vostre mani. Per 4 persone vi serviranno 4 uova da almeno 70 grammi l’una, 400 grammi di farina, un filo d’olio e mezzo cucchiaino di sale (facoltativo). Se non possedete l’arte (perché di vera arte si tratta) di tirare la sfoglia sottile e regolare in un magico velo, non disperate: si può fare con la macchinetta. Non sarà la stessa cosa, ma seguendo alcune regole otterrete un risultato di cui essere comunque fieri e soddisfatti.

Molti credono che preparare un buon impasto sia una cosa semplice, ma non è così. Si deve necessariamente andare un po’ a occhio, soprattutto per la consistenza dell’impasto, perché le uova non hanno tutte la stessa dimensione. Per questo il nostro primo consiglio è quello di pesare tuorlo e albume per andare sul sicuro, e impastare con la farina solo la quantità necessaria. I tuorli servono a rendere la pasta fatta in casa più resistente, mentre gli albumi la rendono più elastica.

Ecco il procedimento: sbattere le uova, pesarle ed aggiungere un filo d’olio, versare il composto al centro di una fontanella di farina e mescolare il tutto con una forchetta. Aggiungere il sale. Impastare con le mani, lasciando un po’ di farina per regolare la consistenza della pasta. Lasciare riposare l’impasto per qualche ora, poi stendere con l’aiuto di un mattarello e tagliare a listarelle per ottenere delle fettuccine o usare un robot da cucina per ottenere altri formati.

Sarà che si va sempre di fretta, sarà che siamo sommersi da centinaia di tipi di pasta già pronta, sta di fatto che quella all’uovo fatta in casa, così come la facevano le nostre nonne, viene preparata sempre meno. Ma ogni tanto farà a tutti piacere ritrovare il sapore delle antiche tradizioni.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *