Web Analytics La barriera corallina, un tesoro a rischio estinzione - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

23 dicembre 2015

La barriera corallina, un tesoro a rischio estinzione

Allarme Onu: la barriera corallina è in pericolo, si sta riducendo a un ritmo allarmante. Cerchiamo di capire il perché.

Barriera Corallina

La Barriera Corallina, la più grande al mondo, è formata da 2.900 barriere singole. Dal 1981 fa parte del Patrimonio dell’Umanità ma, dell’originaria estensione, ne rimane solo un sesto. Tra 20 anni potrebbe non esistere più quello che è ad oggi il più grande organismo vivente presente nel nostro pianeta: la barriera corallina dei Caraibi, infatti, rischia l’estinzione.

Questo è lo scenario emerso da un report di Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN)United Nations Environment Programme (UNEP) e Rete di Monitoraggio Globale delle Barriere coralline (GCRMN), dopo il monitoraggio delle condizioni della barriera condotto dal 1970 al 2012.

Rispetto agli anni ’70, i ricercatori hanno evidenziato che i coralli dei Caraibi sono diminuiti di oltre il 50% a causa della diminuzione delle varietà animali e vegetali che normalmente li abitano. Le motivazioni di questo disastro sono molteplici: dai cambiamenti climatici alle attività dell’uomo che hanno notevolmente modificato la catena alimentare subacquea, portando molte specie al declino.

Inoltre, il global warming e la conseguente acidificazione dell’acqua porta a una varietà del corallo fragile e sbiadita, mentre il turismo locale, l’eccesso di pesca e la mancanza di controllo sugli scarichi inquinanti fanno il resto.

Ma a tutto questo potrebbe esserci una soluzione: secondo i ricercatori, infatti, si potrebbero recuperare le barriere introducendo un maggior numero di esemplari di pesci pappagallo e proteggendo l’area costiera da una pesca selvaggia e senza controllo. I pesci pappagallo e i ricci di mare, ridotti in numero nella barriera corallina a causa della pesca, svolgono una funzione molto importante per mantenere l’equilibrio dell’ecosistema marino: sono erbivori che si nutrono delle alghe, in aumento negli ultimi anni.

 

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *