Web Analytics Non solo Stairway to Heaven: il rock immortale dei Led Zeppelin - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

17 ottobre 2014

Non solo Stairway to Heaven: il rock immortale dei Led Zeppelin

La musica diventa arte moderna sulle note della band che ha segnato il rock

led zeppelin

Correva l’anno 1976, un anno che ha rappresentato il grande boom del rock. Esordiscono gruppi come i Ramones, Patti Smith e l’intramontabile David Bowie, ma non è di loro che vogliamo parlarvi, ma dell’immortale rock dei Led Zeppelin.

Album pieni di capolavori, completi e unici nel loro genere: questa la loro notevole capacità musicale e commerciale.  Sono passati 45 anni, ma l’ultima compilation incarna ancora l’incipit che ha rivoluzionato il modo di fare, intendere, percepire e suonare la musica stessa.

Un quartetto capace di creare in meno di due anni tre album superbi: il primo nel 1971, in cui sono stati capaci di fondere beat, blues, folk in un quell’hard rock appena nascente, debitore anche dei Cream, che hanno notevolmente influenzato il lavoro dei Led. I giovani ragazzi inglesi hanno segnato un’epoca, generando un sound immortale.

Nel Giugno 2014 per i cultori del gruppo è uscito la ristampa deluxe dei primi tre album della discografia, parliamo di Led ZeppelinLed Zeppelin II e Led Zeppelin III. I dischi più amati da appassionati e musicisti provetti, che verranno riproposti in versioni masterizzate curate direttamente da Jimmy Page.

I Led Zeppelin aprono così finalmente i loro archivi personali per rendere pubbliche numerose registrazioni inedite al pubblico, sia di studio/backstage che live. Ogni album è stato accompagnato da un secondo disco contenente musica inedita.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *