Web Analytics Pane e panelle: riscoprire lo street food fatto bene - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

10 luglio 2014

Pane e panelle: riscoprire lo street food fatto bene

Il "cibo mangiato per strada" in Italia è una vera delizia, soprattutto a Palermo. Scopriamo insieme il gustoso pane e panelle

pane-panelle

Lo street food è diventato così popolare in Italia da meritare trasmissioni televisive e sondaggi d’opinione. Non sorprende, quindi, che anche la celebre guida gastronomica Gambero Rosso abbia proposto una consultazione online sull’argomento. Il famoso romano Puntarella Rossa, approfittando della crescita della popolarità del cibo di strada, ha intervistato il promotore dello street food Massimiliano Ricciarini il quale spiega che il progetto, nato nel 2004, attraverso una tesi di un master sulle Rotte del gusto mirava alla catalogazione di cibi poveri o di strada delle quattro regioni centrali italiane, Toscana, Umbria, Romagna e Marche.

Da qui la ricerca si è allargata in tutto lo stivale dando vita a una prima versione del sito Web. “Non si può dire solo che funziona perché costa poco – afferma Massimiliano Ricciarini, presidente del sito streetfood.it, a commento dei risultati della consultazione online lanciata da Gambero Rosso – la qualità del cibo di strada che proponiamo è testimoniata dagli ingredienti usati e dalla professionalità degli allestitori”. A tal proposito si è constatato che Palermo è al 5° posto nella classifica mondiale del miglior cibo da strada, in particolare da assaggiare le varie ricette del pane. Da provare rigorosamente in piedi, lo sfincione (spinciuni), panelle e crocchè (u pani pannelli crocchè e cazzilli), e pane con la milza (pani ca meusa), sapranno sedurre anche i palati più esigenti.

Morbido e gustoso, lo sfincione è una focaccia condita con cipolla, pomodoro e origano, venduto da ambulanti che si spostano sui lapini (Ape), caratteristici veicoli a tre ruote, presenti quasi ovunque nelle piazze e nei mercati di Palermo. Panelle e crocchè, da gustare nelle classiche mafalde condite con semi di sesamo, sono rispettivamente delle frittelle di farina di ceci, e crocchette di patate e prezzemolo. Costituiscono il classico spuntino palermitano, e faranno la felicità dei golosi di tutte le età.

Gli amanti dei sapori più forti potranno provare anche il pane con la milza, una pagnotta morbida (vastella) farcita con pezzetti di milza e polmone, cotti in grandi pentoloni di metallo. Si tratta di uno street food che conquista sempre nuovi estimatori da ogni parte del mondo, da provare in due varianti: quella con pecorino e quella con limone. Insomma Palermo è un vero paradiso per gli amanti dello street food e l’Hotel Columbia, grazie alla sua vicinanza ai principali mercati all’aperto della città, è consigliato a tutti quelli che vogliano lasciarsi tentare dalle delizie dello street food locale, concedendosi durante la loro vacanza nel capoluogo siciliano, una piacevole incursione nei sapori semplici e gustosi dell’enogastronomia popolare. Il centro storico di Palermo con le sue antiche e gustose specialità enogastronomiche è un vero paradiso per buongustai.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *