Web Analytics Licenziata perché diceva troppe parolacce, primo caso in assoluto in Italia. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

09 febbraio 2017

Licenziata perché diceva troppe parolacce, primo caso in assoluto in Italia.

E' accaduto a una commessa di una profumeria, a Bologna.

download (15)

La Cassazione ha confermato il licenziamento della commessa di una nota catena di profumerie giudicata colpevole di usare un linguaggio sboccato e pieno di parolacce durante la pausa pranzo con le colleghe, nonostante il richiamo ricevuto dal direttore del negozio che aveva notato il fastidio da parte della clientela e delle altre dipendenti.
La donna era stata richiamata più volte dal direttore del negozio per il quale lavorava ma il comportamento si era protratto ed era arrivata la massima sanzione.

Senza successo la commessa si rivolgeva ai giudici di merito che confermavano la legittimità del licenziamento. Secondo i difensori della donna però i”l comportamento non era di gravità tale da ledere il vincolo fiduciario”. E non poteva certo pretendersi che “ai lavoratori dipendenti nei momenti della pausa di lavoro sia inibito un linguaggio adoperato normalmente da persone della stessa estrazione sociale, della stessa cultura e accomunate dalla familiarità che subentra in conseguenza di un lavoro quotidiano in uno spazio ristretto nell’azienda in cui operano“.

Ma anche la sentenza d’appello della Cassazione ha confermato il licenziamento e condannato la donna anche a pagare oltre 3mila euro per le spese processuali.

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *