Web Analytics Swingers: storie di ordinaria trasgressione - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

08 settembre 2014

Swingers: storie di ordinaria trasgressione

Uscire fuori dalla monogamia approcciandosi agli scambi di coppia. Una pratica più diffusa di quanto si riesca a immaginare

Club_Privé

Gli Swingers sono i cosiddetti scambisti, ovvero coppie che decidono di vivere la propria vita sessuale uscendo dalla norma. Per norma non si vuole intendere, in questo caso, una regola dettata dalla morale, ma la monogamia sessuale seguita dalla maggior parte delle coppie.

Secondo Federsex, mezzo milione di Italiani pratica con regolarità lo scambio di coppia e circa 2 milioni l’hanno provato almeno una volta. L’età media è tra i 30 e i 50 anni e lo spettro socio economico è ampio e riguarda tutte le fasce, anche quelle più alte. Leggendo le testimonianze online si può scoprire facilmente che questo mondo è fatto di persone comuni, chiunque può essere scambista.

Al contrario di quanto si possa pensare, non vi sono attori hard o “mercenari” (chi chiede del denaro in cambio di prestazioni), e chi decide di intraprendere questa strada racconta di ambienti e incontri con persone educate e molto rispettose delle inclinazioni del prossimo.

Inoltre, si scopre anche che le tipologie di scambio sono diverse: il più classico prevede due coppie insieme, ma ci sono anche le coppie che preferiscono incontrare un singolo oppure un gruppo di singoli. Per questo, chi racconta la descrive come un’esperienza non per tutti: la relazione dev’essere molto solida, basata su molta fiducia reciproca e sul dialogo, ed entrambi devono avere lo stesso desiderio.

Si intuisce quindi che la maniera più rapida per conoscere il funzionamento di questo fenomeno è ormai Internet. Molte altre testimonianze raccontano invece di un altro modo, quello storico e forse il più diretto, per provare quest’esperienza: i famosi Club Privè. I Privè sono dei locali in cui si entra di solito solo se si è tesserati e sono costituiti da varie sale e varie stanze a tema. In questi locali nessuno è obbligato a fare qualcosa ma ovviamente lo scopo di chi frequenta questi posti è lo scambio, però con gentilezza si può rifiutare l’invito.

Per i più interessati o navigati, in giro per il mondo vi sono anche diverse spiagge per scambisti. Una delle più famose è Cap d’Agde resa ancor più famosa dal servizio mandato in onda dal programma Le Iene, che creò non poche polemiche. Si trova in Francia ed è una spiaggia-campo per nudisti. Probabilmente è il modo migliore per approcciare questo mondo dall’esterno ma molto da vicino.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *