Web Analytics Crudismo, l'ultima frontiera del cibo vegano - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

03 febbraio 2015

Crudismo, l’ultima frontiera del cibo vegano

Una nuova tendenza del cibo moderno: mangiare sano, vegetariano e...crudo

crudismo

Chiamato anche “crudiveganismo”, vediamo spopolare sempre più questa moda: mangiare sano e prevalentemente crudo, alla condizione che i cibi non siano stati sottoposti a cottura oltre i 42°C.
La dieta del vero vegano crudista comprende:

  • frutta
  • frutta seccata al sole
  • verdura
  • noci
  • ortaggi
  • legumi
  • semi

Il tutto deve essere il più “biologico” possibile.  Nemmeno a dirlo, il crudivegano, non mangia nessun derivato animale quale latte, formaggi, carne, uova, burro.

I pro…

In Italia solo ora sta prendendo piede un’alimentazione di questo tipo già testata e promossa all’estero. Troviamo sempre più siti e raduni dove è possibile “scambiare” le proprie esperienze di cucina vegana. Di norma, la maggior parte dei crudivegani, sono già in partenza vegetariani.
In maniera più ampia, questo movimento, lo si può vedere come un fenomeno “ecologico“. Infatti, non cuocendo gli alimenti, non si consuma e non si spreca energia, si può comprare il cibo direttamente dal fruttivendolo non necessitando quindi di materiale da imballaggio e, di conseguenza, non provocando rifiuti.

…e i contro

Ci troviamo tuttavia di fronte a un dilemma: la cottura nasce migliaia di anni fa, ed è comprovato che aumenta la digeribilità dei cibi. Studi recenti dimostrano che è stata proprio la cottura a permettere di aumentare la capacità riproduttiva delle cellule e la dimensione del cervello. A questo punto sorge spontanea la domanda: quali sono i rischi per la salute di un vegano-crudista?

L’American Dietetic Association dimostra che spesso, i crudiveganisti, soffrono di carenze di vitamine quali, ad esempio, la vitamina D, vitamina B12, nonché carenze di calcio e zinco. Si riportano anche episodi di decesso, tra i neonati ai quali è stata imposta una dieta vegana dai genitori, causati dal mal nutrimento cronico o gravi carenze di queste vitamine micronutrienti.

Ma parallelamente, con il crudismo, stanno nascendo sempre più modi per assaporare una grande varietà di piatti, ritrovando il benessere fisico. Se fatto “a dovere”, il crudismo permette di trovare rinnovate le proprie energie fisiche (e mentali), stando sempre in perfetta salute. Tra l’altro, eliminando la cottura, facciamo in modo che gli alimenti mantengano tutte le loro proprietà naturali.

Non crediate che, seguendo questo fenomeno alimentare, sarete costretti a mangiare solo insalatine scondite e insapori, anzi, combinando tra loro i vari alimenti si possono creare ottimi hamburger, polpettoni, lasagne, piatti di pasta, pane, zuppe e minestre, salsine e salsette, dessert, dolci tra i più svariati e chi più ne ha più ne metta.

Tra difetti e benefici, a voi la scelta di provare.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *