Web Analytics Volkswagen van, il pulmino dal sapore hippie - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

15 gennaio 2016

Volkswagen van, il pulmino dal sapore hippie

Il mezzo di trasporto d'eccellenza degli Anni Sessanta, amato anche ai giorni nostri

Pulmino Volkswagen

A guardarlo oggi non sembra proprio un’icona di bellezza forse anche a causa delle moderne tecnologie grazie alle quali le case automobilistiche sfornano in continuazione nuovi modelli all’avanguardia e di sofisticata e raffinata estetica. Ma sono altri tempi e se dal giorno del suo ingresso nel mercato il pulmino Volkswagen in stile hippie ha riscosso tanto successo qualche motivo ci sarà!

Ironia a parte, impazziranno i nostalgici al solo pensiero del pensionamento del famoso pulmino. L’affetto verso questo prototipo dalle singolari caratteristiche negli anni è cresciuta in modo esponenziale creando alle sue spalle una vera schiera di fan. Intere generazioni sono state incuriosite da questo eccellente modello che ancora oggi, al suo passaggio, riscuote forte interesse e simpatia. Sulle strade non è facilissimo incrociarlo ma, quando capita, resta un grande piacere… specie per coloro di una certa età!

Probabilmente per il suo particolare aspetto con i fanali rotondi e il paraurti arcuato, per lo spazio interno e per i 9 posti a sedere con i sedili reclinabili, il suo successo non ha eguali. Un mezzo ideale ed economico che ha raggiunto la sua popolarità massima negli anni Sessanta e Settanta quando veniva preferito dagli hippie per affrontare le strade. Care a tutti e ben impresse nella memoria resteranno le immagini delle carrozzerie di questi prototipi ricoperte di fiori, di scritte, disegni e dal simbolo della pace. Anche con il tramontare della cultura hippie il pulmino è rimasto di moda e ha continuato a suo modo a rappresentare il senso di libertà.

Questo pulmino dal sapore retrò è stato una vera leggenda legata a tanti nomi famosi dello spettacolo e della musica,tanto è vero che al suo appeal non è stato indifferente neanche Bob Dylan, uno dei personaggi più noti del periodo, che ha scelto il pulmino Volkswagen per le copertine di alcuni suoi dischi. Dopo l’uscita di scena del Maggiolino, con il pensionamento di questo pulmino si chiude un’altra pagina di storia molto cara agli appassionati di automobilismo. Il suo “sorriso” mancherà un po’ a tutti e nessuno lo dimenticherà mai anche quando la sua estinzione sarà totale. Un altro pezzo di storia che se ne va…




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *