Web Analytics Il vinile fa boom: 6.000 pezzi stampati al giorno. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

23 settembre 2015

Il vinile fa boom: 6.000 pezzi stampati al giorno.

Le stamperie utilizzano ancora i macchinari di oltre 30 anni fa.

vinyl

In tutto il mondo le vendite di dischi in vinile stanno salendo con percentuali a doppia cifra: nel 2014 rispetto al 2013 c’è un + 52% negli Usa, +60% in Gran Bretagna, + 81% in Giappone e un +76% in Italia.

Le previsioni sono ottime previsioni anche per quest’anno: secondo un report di Nielsen le vendite dei primi mesi del 2015 sono addirittura più alte di quelle del primo trimestre dell’anno precedente, con un numero di pezzi che super abbondantemente i 10 milioni di dischi.
Ecco perché le poche stamperie sopravvissute alla crisi del disco sono tornate a stampare come mai avevano fatto negli anni d’oro, con ordini triplicati e liste d’attesa lunghissime.
Una di queste, l’ultima, è in Italia, in provincia di Milano: è la Phono Press di Settala, che usa ancora le stesse presse e le stesse attrezzature che aveva acquistato quando ha iniziato oltre trent’anni fa: “Alcune macchine utilizzate per la produzione dei dischi non esistono più, tutte le aziende che le realizzavano ora si dedicano ad altro” ci raccontano i responsabili.

Gli ordini sono comunque triplicati, segno che il “boom del vinile” non è solo mediatico: piccoli ordini da 500/1000 dischi fatti spesso da etichette indipendenti, ma se negli ultimi anni si stampavano 1000 dischi al giorno oggi si arriva a stamparne anche 6000.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *