Web Analytics I luoghi della Prima Guerra Mondiale 100 anni dopo - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

19 giugno 2014

I luoghi della Prima Guerra Mondiale 100 anni dopo

Tanti sono i tour da scegliere per chi decide di visitare i luoghi teatro della Grande guerra. Quest'anno, in occasione dei 100 anni dallo scoppio del conflitto, si è tenuta a Gorizia la “Borsa europea del turismo della grande guerra”.

I luoghi della Prima Guerra Mondiale

Era il 28 luglio del 1914 quando, con la dichiarazione di guerra da parte dell’impero austro – ungarico al Regno di Serbia, in seguito all’assassinio dell’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo – Este a Sarajevo, iniziava la prima guerra mondiale, il conflitto che vide schierati da una parte gli imperi centrali, Germania, Austro-Ungheria e Impero ottomano, dall’altra, Francia, Regno Unito, Impero russo e Italia (scesa in campo in seguito alla firma del patto di Londra nel 1915). Quest’anno ricorre il centenario dell’inizio della guerra, e tante saranno le iniziative per ricordare questo momento cruciale della storia mondiale. Un modo efficace per riflettere sugli eventi di quel periodo potrebbe essere quello di visitare i luoghi teatro degli scontri nel nostro Paese.

Tra le mete da scegliere, ad esempio, ci potrebbe essere Cortina d’Ampezzo, nella zona del passo Falzarego dove è situato il museo all’aperto più vasto riguardante il primo conflitto mondiale. In particolare qui si trovano i musei del Lagazuoi, delle 5 Torri, del Sasso di Stria e del Forte Tre Sassi. Aperto da maggio a ottobre, il percorso che viene proposto ai turisti si dispiega lungo 5 km attraverso trincee e postazioni militari, ideale da percorrere in mountain bike o camminando lungo i sentieri. Naturalmente questa è solo una delle opzioni, che si hanno di fronte, nel momento in cui si decide di fare turismo nei luoghi teatro del della prima guerra mondiale, un settore che riscuote grande interesse e a cui dal 23 al 25 maggio scorso è stata dedicata, a Gorizia, la “Borsa europea del turismo della grande guerra”, un’iniziativa internazionale per ospitare i principali soggetti, pubblici e privati, italiani ed europei, attivi sul tema.






Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *