Web Analytics In Pasolini, secondo Abel Ferrara - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

11 settembre 2014

In Pasolini, secondo Abel Ferrara

Il film, presentato a Venezia, ripercorre l'ultimo giorno di vita di Pasolini, interpretato da Willem Dafoe

In Pasolini

“Siamo tutti in pericolo” è il titolo dell’ultima intervista rilasciata dal grande regista, scrittore, poeta e drammaturgo Pier Paolo Pasolini che venne trovato morto il 2 novembre del 1975. Il corpo portava chiari segni di lotta e fu travolto dalla sua stessa auto.

La pellicola di Abel Ferrara In Pasolini presentato alla 71ª edizione del Festival del Cinema di Venezia, viene accolta dal pubblico con un lungo applauso. Ferrara non è interessato a trovare il colpevole di quella tragica notte, piuttosto mira a raccontare la personalità forte e spiccata di un uomo che lasciò il segno. La trama è costruita sull’ultimo giorno di vita del regista, in un intreccio di fatti realmente accaduti e ricordi.

Si parte quindi da un’intervista rilasciata a Stoccolma per l’uscita di Salò o le 120 giornate di Sodoma, il rientro a Roma dalla madre e dai cugini (nel film interpretati da Adriana Asti, Valerio Mastandrea e Giada Colagrande), la visita della cara amica Laura Betti e la cena con Ninetto Davoli, interpretato da Riccardo Scamarcio.

Ferrara decide di portare in scena anche il discusso romanzo mai finito di Pasolini dal titolo Petrolio e il film mai girato Porno-Teo-Kolossal, per poi proseguire con una partita di calcetto con dei ragazzi del quartiere e, infine, l’incontro al bar con Pelosi, che si dichiarerà colpevole di aver ucciso Pasolini dopo aver ricevuto delle avance non corrisposte.

L’attore Willem Dafoe che interpreta Pasolini convince nell’aspetto, reciterà parti in italiano e parti in inglese, il film uscirà nelle nostre sale il 25 di settembre tradotto in italiano.

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *