Web Analytics iPad Pro, iPhone 6S, Pencil, TV: tutto sulle novità di Apple. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

10 settembre 2015

iPad Pro, iPhone 6S, Pencil, TV: tutto sulle novità di Apple.

iPad diventa da 12.9 pollici, iPhone 6S è anche rosa,...

iPad-Pro-MacBook-12-600x338

Si è tenuto al Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco l’attesissimo evento in cui Apple ha presentato, come anticipato dai numerosi rumors circolati nei giorni scorsi, le nuove versioni di iPhone, oltre a un iPad in formato “maxi” e la nuova Apple Tv.

Apple Watch. Quello salito sul palco per dare inizio all’evento è un Tim Cook visibilmente emozionato. Si inizia parlando di Apple Watch che, dice Cook, ha ricevuto la soddisfazione del 97% dei clienti. «È stato un anno incredibile per Apple», ha sottolineato l’amministratore delegato della Mela.
Nella nuova versione di Watch OS, il software per lo smartwatch Apple che potrà contare su oltre 10 mila app dedicate, ci sarà anche Facebook Messenger e un’app per l’actioncam GoPro.
Novità anche estetica per Apple Watch: arrivano nuovi accessori e cinturini. Sul palco viene presentata un’elegantissima versione firmata Hermes, oltre a una serie di nuove configurazioni. Non solo: l’orologio intelligente sarà disponibile anche in colore oro e rosa. Presto disponibile anche una versione “Product Red”, la linea di Apple in cui una parte del ricavato viene donato alla ricerca per sconfiggere l’Aids.
Il nuovo Watch Hermes sarà distribuito a partire da mercoledì 16 settembre mentre la collezione “autunnale” di modelli è da subito in vendita in 24 paesi con prezzi fino a 17 mila dollari.

iPad Pro. È il momento del nuovo iPad. Tim Cook presenta «Le più grandi novità di iPad dopo l’iPad». Ed eccolo qui prendere forma sullo schermo del Bill Graham Civic Auditorium: esteticamente è simile all’Air 2, ma è più grande, proprio come era stato annunciato. Nasce ufficialmente iPad Pro. Ha un display da 12.9 pollici, con 5,6 milioni di pixel. Sul palco vengono mostrati alcuni possibili utilizzi: dal lavoro alla musica, ai film. iPad diventa così molto simile a un laptop.
Si tratta, dice Cook, del più grande e «più potente iPad che abbiamo mai creato, la più chiara espressione della nostra visione del futuro del personal computer».
Secondo Apple, la batteria di iPad Pro ha una durata di 10 ore. È dotato di 4 altopalanti, posizionati agli angoli. È spesso 6.9 millimetri contro i 6.1 dell’iPad Air, quindi poco di più. E la differenza nel peso è ancora minore.
Grazie al nuovo microchip A9 è più potente dell’1,8% di un iPad Air 2 e 22 volte di un iPad originale. Ha il «display più avanzato che abbiamo mai fatto», mette in evidenza Phil Schiller, precisando che è dell’80% più veloce dei pc portatili attuali e del 90% per quanto riguarda la grafica.
iPad Pro monta una fotocamera da 8MB e il riconoscimento delle impronte digitali.
Il nuovo tablet della Mela può essere utilizzato anche in medicina: il pennino permette con precisione di utilizzare delle app progettate, ad esempio, per studiare come ricostruire un osso rotto.
Il nuovo device sarà disponibile a novembre negli Usa in tre colori: grigio, argento e oro. Sarà da 32 e da 128 gigabyte nella versione solo Wi-fi, mentre la configurazione Wi-fi+Cellular sarà solo da 128 giga. Costerà dai 799 dollari in su. Arriverà in Italia a novembre.

E arriva anche Apple Pencil, a 99 dollari, il pennino smart con cui interagire con iPad Pro, ricaricabile direttamente con un dock collegabile al tablet. L’Apple Pencil «è una delle tecnologie più avanzate e con un gran design» afferma Phil Schiller. Una tecnologia che permette di «toccare fino al singolo pixel» e di modulare il tocco, rendendo possibile disegnare e scrivere sull’iPad Pro con grande precisione, usando contemporaneamente il pennino insieme con il tocco delle dita.

Apple Tv. Tocca poi alla nuova Apple Tv. Nuovo telecomando touch e vasto catalogo di film e serie tv su cui poter contare. Ma la vera forza della televisione della Mela è che è completamente interattiva e interconnessa: si comanda con la voce, tramite cui è possibile navigare facilmente durante la riproduzione di film e programmi (per esempio per conoscere i risultati di una partita di calcio senza interrompere la visione).
«Sono emozionato di presentarvi la nuova Apple Tv», ha detto Tim Cook, «Il futuro della tv è nelle app. Oltre il 60% dello streaming tv a pagamento avviene su un dispositivo Apple. E avviene attraverso una app». Cook ha aggiunto che una nuova tv ha bisogno di un hardware potente, una nuova “esperienza d’uso”, strumenti di sviluppo e un app store».
Una delle maggiori novità dell’Apple tv è l’app store, ma anche la possibilità di interagire con la propria voce per scegliere i programmi da vedere con Siri, l’assistenza virtuale. Chiedendo a Siri, l’Apple tv cercherà contenuti su diverse app non solo iTunes Store. Siri risponde anche quando si chiedono risultati sportivi, mostrandoli in una finestra, oppure “riavvolgendo” la scena per permettere di rivederla sul momento.
L’elenco delle app iniziale per i contenuti include iTunes, Netflix, Hulu e Hbo, altre saranno aggiunte più avanti. Il telecomando per l’Apple tv è interattivo, con un sensore touch. Per il dispositivo la Apple ha realizzato un nuovo sistema operativo, tvOS, «costruito per il salotto», che trasforma il dispositivo anche una console per giochi, utilizzando il telecomando touch come “joystick”. Per Apple Tv, oltre a programmi per il fitness, ci sono già disponibili giochi come Crossy Road, Guitar Hero e altri. Apple Tv ha anche funzioni per lo shopping online.

iPhone 6S e iPhone 6S Plus. Come annunciato dai rumor, ecco arrivare puntuali i nuovi iPhone 6S e iPhone 6S Plus.
Intanto una novità estetica: i nuovi smartphone saranno disponibili anche nel colore rosa.
L’iPhone 6 è l’iPhone più popolare di sempre, sono i più amati, ha affermato Tim Cook, ricordando che le vendite degli iPhone sono cresciute del 35% nell’ultimo anno. I nuovi iPhone, ha aggiunto, «sono i più avanzanti di sempre. L’unica cosa che è cambiata è: tutto».
La maggiore innovazione dei nuovi smartphone si chiama “3D touch”, che sarebbe poi il “Force Touch” introdotto su Apple Watch, dove con una maggiore pressione del dito sullo schermo si accede a nuove funzioni.
Il touch ID, per le impronte digitali, è due volte più veloce, così come più veloce è anche il processore.
I nuovi iPhone montano una fotocamera iSight da 12 megapixel, in grado anche di registrare video in 4K, in altissima definizione.
iPhone 6S ha uno display Retina da 4,7 pollici mentre iPhone 6S Plus è da 5,5 pollici, dimensioni equivalenti ai modelli dello scorso anno. La tecnologia 3D Touch consente di navigare tra le varie app e funzionalità del telefono a seconda di quanto e per quanto si preme lo schermo. Così facendo Apple promette di mandare in soffitta il vecchio modo di cliccare con il dito così come il mouse originariamente ha cambiato l’uso dei pc. Il microprocessore scelto, più veloce, è il nuovo A9.
Saranno disponibili per la prenotazione a partire dal 12 settembre in diversi paesi, tra i quali però non c’è l’Italia. L’iPhone 6S avrà un prezzo a partire da 199 dollari e l’iPhone 6S Plus da 299 dollari (per la versione da 16 giga) con contratto telefonico, mantenendo in pratica i prezzi dei modelli precedenti. Tre le configurazioni: da 16, 64 e 128 gigabyte.
La nuova versione del software iOS9, sarà invece disponibile dal 16 settembre.

Cupertino ha introdotto anche la nuova funzione “Live Photo”, per fare foto animate che possono includere anche suoni. I nuovi iPhone hanno un processore A9, corredato dal coprocessore M9, con una potenza maggiore del 70% rispetto al precedente, che sale al 90% per la grafica.

Ma una delle maggiori sorprese, che lascia di stucco i presenti a San Francisco: viene annunciata una collaborazione con il nemico di sempre, Microsoft, per portare il pacchetto Office su iPad. Altra partnership sarà con Adobe.

Kirk Koenigsbauer, manager di Microsoft, ha messo in evidenza le potenzialità di Microsoft Office sull’iPad, utilizzando contemporaneamente Word ed Excel e mostrando l’utilizzo della nuova Apple Pencil con Power Point. Poi è salito sul palco Eric Snowden di Adobe, per mostrare le app Photoshop e Sketching per l’iPad Pro.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *