Web Analytics I migliori film in bianco e nero di sempre - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

08 aprile 2015

I migliori film in bianco e nero di sempre

Dalla nascita del cinema ai giorni nostri intramontabili capolavori da non perdere.

Casablanca,_title

Quando si parla di questo “tipo” di film la lista da stilare diventa lunghissima, che piaccia o no il bianco e nero ha sicuramente fatto la storia del cinema. Questa quindi non vuol essere una classica lista, ma uno spunto per vedere, o rivedere, pellicole imperdibili.

Iniziamo dai registi del nostro Bel Paese che con la loro genialità hanno dato un enorme contributo alla settima arte. Come non nominare quindi i capolavori di Antonioni:  “L’Avventura“, “Il Grido“, “Cronache di un Amore“; o “Mamma Roma” e  “L’Accattone” di Pasolini, e ancora “Ladri di biciclette” di Vittorio De Sica e “I soliti ignoti” di Mario Monicelli.

Guardando indietro nel tempo troveremo titoli come “Metropolis” datato 1926, del regista Fritz Lang, un film simbolico e inquietante che racconta di un futuro in cui le macchine dominano l’uomo. Restando in tema di macchine non può mancare “Modern Times“, 1936, famosissimo film di Charlie Chaplin che interpreta il ruolo di un operaio meccanico.

Arriviamo poi agli anni ’60, periodo d’oro per il cinema in cui uscirono film meravigliosi come: “L’Angelo sterminatore” di Luis Buñuel, “L’infanzia di Ivan” di Andrej Tarkovskij, “Jules et Jim” di François Truffaut, “Cul-de-sac” di Roman Polanski, “Il settimo sigillo” (1957) e “Persona” di Ingmar Bergman e ovviamente “Psycho” di Alfred Hitchcock.

Grandi nomi e grandi pellicole anche negli ’70 e ’80, il primo lungometraggio di David LynchEraserhead“, ad esempio, seguito poi da “The Elephant Man“, oppure da “Toro scatenato” di Martin Scorsese.

Chi l’ha detto che il bianco e nero è sinonimo di passato? Molti sono i film “anti-colore” girati nel ventesimo secolo, un esempio degno di nota è “A Field in England” diretto da Ben Wheatley nel 2013. o “Persepolis” film d’animazione in bianco e nero del 2007, “Il Nastro bianco” di Michael Haneke, un divertente “Clercks” del 1994 o il più famoso “Schindler’s List” del 1993.

Se volete segnarvi altri titoli da vedere quest’inverno, consultate la classifica dei 100 film più belli secondo The Mood Post.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *